Napoli: “La fine del mondo”

Inserito da: · novembre 15, 2019

” target=”_blank” rel=”noopener”>Napoli “La fine del mondo”

https://

Frutto dell’esperienza del laboratorio di Nuove Tecnologie dell’Arte dell’Accademia di Belle Arti di Napoli, il cortometraggio “LA FINE DEL MONDO” è un ritratto di Napoli, un approfondimento della storia molto complessa che attraversa la città stessa e i suoi volti, già indagata in occasione delle diverse edizioni di #CUOREDINAPOLI. La voce narrante accompagna nell’attraversamento di Napoli, città “bifacciale”, evidenziando il rapporto di assoluta reciprocità che contraddistingue la singolare cultura di questa città in cui è impossibile distinguere confini netti tra cose, persone, paesaggi e sentimenti, tra ‘o bbuono e ‘o malamente. Napoli, più che una “semplice” metropoli è una città agglomeratrice, densa di culture. Il suo scheletro urbano è costituito da vicoli, stradine, viuzze, suoni, odori, profumi, colori che consentono l’immergersi in un flusso vitale. Perdersi tra le strade di Napoli è un’immersione nella lingua, nell’arte, nella gastronomia che si mescolano insieme senza tempo. La chiave di lettura per comprendere questa ricchezza è la parola “scambio”, sintesi di una instancabile capacità di accogliere nuove culture e di una costante predisposizione alle contaminazioni. I Napoletani, infatti, sono permeabili alle differenze, le inglobano e le trasformano in un processo quotidiano e costante che continua inarrestabile da secoli, come narra il cortometraggio, realizzato con il generoso contributo della voce di Renato Carpentieri e con l’interpretazione di Ilario Franco. Il cortometraggio è stato presentato in anteprima al Cinema Modernissimo (Napoli, 6 aprile 2018), nuovamente a Prix Italia (Capri, 24-29 settembre 2018) e in occasione dell’evento “TANTI EROI IN UNICO BATTITO” (Piazza Montecalvario, Napoli 15 dicembre). Inoltre gli è stato attribuito il Premio Giovani Giornalisti per Napoli 2018 del Rotary Club Napoli. In selezione all’Accademia del Cinema Italiano – Premio David di Donatello nella sezione “Cortometraggi” 2018. Finalista al “Premio Telenicosia” 2019, concorso artistico letterario “ImpavidArte- la Biennale della cultura”.

 

 

 

Aggiungi un commento