Categoria: La poesia neodialettale napoletana

18 Apr

Ducezza

by Vesuvioweb

Poesia di Achille Serrao Ducezza Tiéneme a mmente ca te stó penzanno e aparamélla st’aria, ducezza cimmarèlla d’’e juorne mieje ‘a venì, chest’aria ‘ntussecata senza chiù palummèlle, senza na veglia d’aria… E astipamille dint’ê mmane ‘ncroce ddoje suspire ‘e vucchella arrubbacòre, a voce tramènte ca nu miérulo te sonna miérulo ‘e serenata tramènte ca te […]

Questo articolo si trova in: ----- Achille Serrao, 00 In Rilievo

29 Mar

Notte sbèteca

by Vesuvioweb

Poesia di Achille Serrao Notte sbèteca Agli amici di via Bisentina Pó maje fernì sta notte perchiepétola si nce aunìsce nu sbarià ‘e viento ma liéggio ‘e sciate spunte a vvino sott’ê fronne vèrde furàsteco antico… Dicimmo pe’ parlà allariàmmo parole, vrénzole ‘e jastemme p’’a lampa ca nu torna chiéna a chi adda turnà. Brìnnese […]

Questo articolo si trova in: ----- Achille Serrao, 00 In Rilievo

13 Gen

Tommaso Pignatelli – Pe cupià ’o chiarfo

by Vesuvioweb

Mi è capitato qualche anno fa di conoscere la poesia di Pignatelli quando, ricercando parole desuete napoletane, approdai al sito Italian Dialect Poetry del professor Luigi Bonaffini di New York. Trovai alcuni saggi sulla poesia “neodialettale napoletana” e un’ampia antologia di tre illustri rappresentanti: Achille Serrao (vedi pagina sul sito), Michele Sovente e Tommaso Pignatelli   Tommaso Pignatelli – Pe […]

Questo articolo si trova in: ----- Tommaso Pignatelli, 00 In Rilievo

13 Gen

Omaggio al poeta Michele Sovente – Aprile 2011

by Vesuvioweb

Ciao Michele, amico carissimo conosciuto solo telefonicamente. Preparavo due righe di presentazione per una mia raccolta di citazioni della letteratura napoletana, da Boccaccio a Michele Sovente. Scivendo il tuo nome ho provato per l’ennesima volta a trovarti al telefono ma senza risultato. Poi ascolto una tua poesia per radio e, alla fine, la presentatrice annuncia: […]

Questo articolo si trova in: ----- Michele Sovente, 00 In Rilievo

13 Gen

Un omaggio di Mimmo Liguoro a Michele Sovente – La poesia come modo di esistere

by Vesuvioweb

La poesia come modo di esistere, capire, elaborare, restituire la realtà in una dimensione alta ma assolutamente autentica. Passato e presente non più disuniti ma fusi da una acuta sensibilità, che non azzera il tempo ma lo tiene unito nel suo lungo andare. I versi di Michele Sovente possiedono questo segreto, custodiscono il senso della […]

Questo articolo si trova in: ----- Michele Sovente, 00 In Rilievo

13 Gen

Michele Sovente – Bradisismo: Poesia

by Vesuvioweb

Con Bradisismo la poesia di Michele Sovente porta in superficie l’energia tellurica e immaginativa che aveva caratterizzato la sua ricerca linguistico-espressiva da Per specula aenigmatis e da Cumae fino a Carbones. Le tre lingue da lui adoperate – latino, italiano, dialetto di Cappella – si sono via via intrecciate in un denso brulichio di immagini […]

Questo articolo si trova in: ----- Michele Sovente, 00 In Rilievo

13 Gen

Michele Sovente – Traiettorie continue e rimasugli

by Vesuvioweb

In questa immagine-groviglio di esistenze, la poesia di Michele Sovente è immediata, Traiettorie continue così la sua com-passione, Le tante voci stanche. Le tante voci soffocate. e la partecipazione al dolore esistenziale di smidollati personaggi spiumati Il poeta-antropologo (o l’antropologo-poeta?) scruta, impietosamente ora, le emulsioni di una giovinezza abulica dispeptica autarchica che più si scuce […]

Questo articolo si trova in: ----- Michele Sovente, 00 In Rilievo

13 Gen

Michele Sovente – La Poesia

by Vesuvioweb

La triade dei grandi poeti contemporanei napoletani neodialettali, dopo Achille Serrao e Tommaso Pignatelli si conclude con Michele Sovente. Nato nel 1948 nei Campi Flegrei, a Cappella, dove vive, insegna all’Accademia di Belle Arti di Napoli. Alcuni suoi libri di poesia sono: L’uomo al naturale, 1978; Contropar(ab)ola, 1981; Per specula aenigmatis, 1990; Cumae, 1998, premio Viareggio; […]

Questo articolo si trova in: ----- Michele Sovente